4-aco-dmt

Nome/i comune/i 4-aco-dmt, psiloacetima, O-acetilpsilocina
Nome IUPAC 3-[2-(Dimethylamino)ethyl]-1H-indol-4-yl acetate
Origine Di sintesi
Via orale
Dosaggio
Soglia 3mg
Leggero 5-10mg
Medio 10-25mg
Forte 25-40mg
Molto forte 40mg+
Durata
Totale 4-6 ore
Salita 15-45 minuti (dipende se presa a stomaco vuoto o pieno)
Picco 3-4 ore
Postumi 2-4 ore
Effetti
psichedelico

La 4-aco-dmt o 4-acetossi-N,N-dimetiltriptamina è una tra le più note triptamine sintetiche. E' stata brevettata da Albert Hofmann e Franz Troxler nel 1963. Si presenta sotto forma di polvere farinosa, con una colorazione che può andare dal bianco, al giallino fino al marroncino. Gli effetti e la durata sono simili a quelli diella psilocibina/psilocina. Nel corpo viene probabilmente metabolizzata in psilocina, ma vi è motivo di ritenere che la 4-aco-dmt potrebbe essere attiva di per se.

Proprietà chimiche

Storia e diffusione

Il suo 4-aco-dmt è stata sintetizzata da Albert Hofmann e Franz Troxler per l'industria farmaceutica Sandoz Ltd, è stata brevettata il 16 gennaio 1963. La 4-aco-dmt è stata pensata per essere un profarmaco della psilocina (4-ho-dmt), che è uno degli alcaloidi naturalmente presenti in diverse specie di funghi Psilocybe.

Farmacologia

Effetti

Anche se chimicamente la molecola è molto simile alla psilocina e alla psilocibina, ci sono alcune piccole differenze tra O-Acetylpsilocin (4-ACO-DMT) e ceppi più comuni di funghi psilocibinici. In primo luogo, l'assunzione di 4-aco-dmt in forma di polvere fa sì che la sostanza venga elaborata più velocemente nel corpo, generando effetti più immediati e brevi. L'ingestione di funghi spesso crea sensazioni di nausea per l'utente a causa della carne dei funghi contenenti chitina, e per questo pare che la 4-aco-dmt dia molti meno problemi di nausea o vomito. L'inalazione è un'opzione praticabile con la 4-aco-dmt, favorendo effetti più intensi con uno stesso dosaggio, una salita più rapida e una durata più breve. I funghi oltre alla psilocina contengono spesso altri ingredienti attivi, ciò significa che i funghi, a seconda dello strain, potrebbero avere effetti differenti dalla 4-aco-dmt. I principi attivi più comuni nei funghi magici sono la psilocibina, psilocina, baeocistina e norbeaocystina, mentre 4-aco-dmt viene metabolizzata in pura psilocina.

Alcuni consumatori riportano gli effetti della 4-aco-dmt come più “caldi” e “euforici” in confronto ai funghi, per quanto riguarda i visuals i colori sembrano simili ai funghi ma con tinte più “acide”

Effetti fisici

Effetti cognitivi

Effetti visivi

Effetti auditivi

Rischi e riduzione del danno

Tolleranza

Sia la tolleranza verso se stessa sia verso gli omologhi chimici sviluppata dalla 4-aco-dmt dura qualche giorno; in genere una settimana è sufficiente perché i neuroni serotoninergici ridiventino sensibili. Una conseguenza pratica di queste osservazioni è l'inutilità di autosomministrazioni troppo ravvicinate delle sostanze allucinogene di tipo indolico. Come è noto tutte le sostanze allucinogene a molecola indolica non danno dipendenza fisica. Anzi, il fenomeno dell'intensa e precoce tolleranza limita l'uso ad autosomministrazioni episodiche.

Dosaggi e vie di somministrazione

Sintesi / Estrazione

Stato legale

Esperienze

Pagine collegate