25I-NBOMe

Nome/i comune/i 25I-NBOMe , Combi 5
Nome IUPAC 2-(4-iodo-2,5-dimetossifenil)-N-[(2-metossifenil)metil]etilammina
Origine Di sintesi
Via sublinguale
Dosaggio
Soglia 50 - 250 µg
Leggero 200 - 600 µg
Medio 500 - 700 µg
Forte 700 - 1000 µg
Molto forte Ad un dosaggio molto forte il 25I-NBOMe può essere fatale!
Durata
Totale 6 - 10 ore
Salita 30 - 120 minuti
Picco 2 - 4 ore
Postumi 1 - 7 giorni
Effetti
Psichedelici

25I-NBOME è una sostanza derivata dal 2C-I , una feniletilammina allucinogena appartenente alla famiglia dei 2C-x. E' stata scoperta nel 2003 da Ralf Heim presso L'università libera di berlino e soggetta a studi successivamente da parte di David Nichols.

Si noti che i composti appartenenti alla classe degli NBOMe non siano attivi oralmente e che il metodo di assunzione per riferimento è la sublinguale.

La sostanza può essere vaporizzata e inalata , producendo effetti meno intensi e duraturi , tuttavia questo genere di assunzione non è raccomandata per via della difficoltà di dosaggi nell'ordine dei microgrammi.

L'aggiunta della struttura NBOMe al 2C-I fa si che la sua potenza aumenti notevolmente nonché permetta la diluizione in un liquido e quindi l'assunzione tramite blotter.


Proprietà chimiche

25I-NBOMe è un composto N-benzile serotonergico derivato dalla feniletilammina conosciuta più comunemente come 2C-I. Differisce dal 2C-I per il gruppo 2-metossibenzile (BOMe) sostituito al gruppo amminico (NH2).
Nella sua struttura molecolare troviamo il gruppo metossile CH3O legato al di carbonio in posizione R2 e R5 insieme allo iodio legato al carbonio in posizione R4.

Il 25I-NBOMe viene prodotto tramite alchilazione riduttiva del 2C-I e/o dal 2-metossibenzoaldeide.
La prima reazione consiste nella produzione di una immina e successivamente effettuando un processo redox con il Boroidruro di sodio oppure tramite una reazione diretta con il triacetossiboroidruro di sodio.

Storia e diffusione

Nonostante il 25I sia stato scoperto nel 2003 non si è parlato del suo utilizzo ricreativo fino al 2010 , ovvero fin quando questa sostanza non fu venduta online come sostanza per ricerche (research chemicals) raggiungendo nel 2014 la nomina di sostanza più utilizzata all'interno della famiglia degli NBOMe.

Sono stati riportati diversi casi di morte dovuta a questa sostanza , è stata inserita nelle sostanze tabellte tramite il decreto del 10 febbraio 2015.

Farmacologia

25I-NBOMe agisce come un forte agonista del recettore serotoninergico 5-HT2a con una costante dissociativa pari a 0.044 nM rendendo questa molecola circa 14 volte più forte l'effetto esercitato su questo recettore.

Si è in oltre dimostrato che l'HTR indotto nei topi sia indotto dal recettore 5-HT2a e di conseguenza tale recettore è responsabile degli effetti psichedelici.

Effetti

Effetti fisici

Effetti cognitivi

Effetti visivi

Effetti auditivi

Rischi e riduzione del danno

Tolleranza

Dosaggi e vie di somministrazione

Sintesi / Estrazione

Stato legale

  • Australia : Il posesso , la produzione e la vendita è illegale.
  • Israele : E' stata bandita nel 2012.
  • Russia : Il possesso , la produzione e la vendita è illegale.
  • Italia : E' stata inserita nella tabella I nel febbraio 2015 rendendola una sostanza posta a controllo.

Esperienze

Pagine collegate