Cyb's Max ION Tek

Materiale di partenza Radici di Mimosa Hostilis
Cosa otteniamo DMT
In che forma Freebase
Difficoltà difficile


Precauzioni e avvertenze

1) Estrarre DMT in Italia è ILLEGALE

2) Prendere le necessarie misure di sicurezza quando si utilizza la soda caustica (https://www.ideegreen.it/wp-content/uploads/2015/12/scheda-di-sicurezza-soda-caustica.pdf]])

3) Prendere le necessarie misure di sicurezza quando si scalda il solvente (è consigliabile utilizzare fornelli a induzione, sempre con molta cautela)

Occorrente

- radici di mimosa hostilis polverizzate

- aceto bianco / acido ascorbico (vitamina C) / acido citrico

- sale da cucina (non iodato)

- acqua (preferibilmente distillata)

- soda caustica (NaOH)

- solvente non polare (naphta, esano, eptano)

- pirofila in vetro Pyrex

- pipetta in vetro

- recipiente in vetro da 1.5/2 L

- freezer

- ventilatore

Passo 1 (preparazione - congelamento - scongelamento)

Mettere il materiale vegetale (50-100 g) in un vasetto di vetro e ricoprirlo con acqua distillata (circa 300-400 mL). Scaldare questa miscela a bagnomaria per circa un'ora. Lasciare raffreddare a temperatura ambiente e poi congelare. Non appena la miscela è congelata, tirare fuori dal freezer, scongelare e rimettere nel freezer (x3)

Passo 2 (acidificazione)

Trasferire il materiale in un recipiente in vetro [ NdT: da 1.5/2 L], aggiungere una piccola quantità di aceto o acido ascorbico (vitamina C) o acido citrico in circa 50 mL di acqua distillata e versare nel recipiente. L'obiettivo è raggiungere un pH compreso tra 2 e 4. Scaldare il recipiente a bagnomaria per un minimo di 8 ore. L'acqua deve essere calda ma non bollente.

Passo 3 (salare)

Aggiungere circa un litro di soluzione salina alla miscela acida. Per preparare la soluzione salina dissolvere 70-80 g di sale in 200 mL d'acqua distillata bollente e poi portare a volume

Passo 4 (basificazione)

Dissolvere circa 40 g di NaOH in una piccola quantità di acqua distillata FREDDA (circa 100mL) e aggungere al mix . L'obiettivo è ottenere un pH finale maggiore di 12. Scaldare il mix a bagnomaria per 2 ore, mescolando occasionalmente.

Passo 5 (estrazione)

Aggiungere una piccola quantità di solvente caldo/bollente (Naphta leggera o esano/eptano) e mescolare/agitare prima che si raggiunga l'equilibrio termico. Lasciar riposare per permettere la separazione e rimescolare/agitare (x3). Estrarre il solvente dalla miscela e conservarlo in un vasetto. Lasciarlo raffreddare a temperatura ambiente, poi mettere in frigo per facilitare la formazione dei cristalli. Fare altre 6 pull con solvente caldo/bollente e combinarle con il solvente nel frigo. Evaporare il solvente usando un ventilatore (aria fredda) fino al 40% circa della quantità iniziale o fino a quando non assume un colore lattigginoso (solvente saturo)

Passo 6 (precipitazione in freezer)

Versare il solvente in una pirofila in vetro Pyrex con coperchio (o in alternativa coprirla con carta velina) e mettere in freezer a una temperatura < -6°C per 12-18 ore. Travasare il solvente e conservarlo in un vasetto per estrazioni successive. Asciugare immediatamente i cristalli con un ventilatore (aria fredda per almeno 20-30 minuti. Raschiare i cristalli.

Passo 7 (recristallizzazione)

Se necessario, recristallizare utilizzando naphta bollente o esano/eptano. Asciugare immediatamente con un ventilatore dopo 20-30 minuti in freezer. Raschiare e raccogliere.

Consigli per il consumo

Pagine collegate